Comunicando.zero

“Il direttore responsabile di un quotidiano risponde sempre in solido con il giornalista autore di uno scritto diffamatorio, tanto nell’ipotesi in cui abbia omesso la dovuta attività di controllo, nel qual caso risponderà a titolo di colpa, quanto nell’ipotesi in cui abbia concorso nel reato di diffamazione ai sensi dell’art. 110 cod.pen. nel qual caso risponderà per dolo”.
Lo sostiene la Corte di Cassazione in una sentenza di qualche giorno fa (Suprema Corte di Cassazione III Sezione Civile – Sentenza 25 febbraio – 12 maggio 2014, n. 10252 – Presidente Chiarini – Relatore Rubino) che condanna un giornalista e un direttore responsabile al risarcimento danni per diffamazione.
Il caso, oggetto di sentenza della Cassazione, esamina la storia di un giornalista e di un direttore responsabile, chiamati in giudizio da un avvocato che chiedeva la condanna al risarcimento del danno alla propria reputazione, causato da un articolo pubblicato in una rivista…

View original post 448 altre parole

Annunci