Storytelling: l’elemento umano e i gesti

Walter Meregalli Fotografia

cufflink

Raccontare per immagini non è poi tanto diverso da raccontare per parole.
La grande differenza tra un fotografo e uno scrittore è che mentre lo scrittore può raccontare di qualcosa che ha sentito dire (non è necessario che lui sia sul luogo dei fatti), il fotografo DEVE essere presente per raccontare la sua storia, e questo fa sì che guardando una fotografia, ci immedesimiamo per forza nel punto di vista di chi ha scattato – QUESTO CREA UN CERTO GRADO DI EMPATIA con il fotografo e con il soggetto fotografato.
A maggior ragione il soggetto ritratto è fondamentale.
Se il soggetto mostra un elemento umano, l’empatia di chi guarda aumenta.
Ciò non significa che basti ritrarre una donna o un uomo per garantirsi uno scatto interessante.

Se decidiamo di ritrarre un soggetto umano è bene che si tenga presente che siamo più attirati quando riconosciamo un volto e lo siamo ancora…

View original post 312 altre parole

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...