La stanza di Alberto

Giordano Bruno è probabilmente uno dei personaggi più affascinanti della storia della cultura. Qualche accenno alla sua vicenda lo avevo già fatto parlando di Galileo Galilei, con particolare riferimento al fatto che allo scienziato diedero la stessa cella che aveva già ospitato il domenicano di Nola (giusto per fargli capire cosa rischiava…).

Giordano Bruno è stato per anni un filosofo quasi completamente emarginato, salvo per il fatto di essere considerato il simbolo dell'”ateismo scientifico”. Solo nell’ultimo scorcio del secolo scorso e in questi primi anni del nuovo millennio si è iniziato a studiarlo con un certo metodo e con una certa assiduità. Su questo mio sito, a questa pagina, potete trovare alcune delle sue opere. Altre seguiranno, mano a mano che le troverò nella rete.

Alberto Burgio, Il Manifesto, 16 dicembre 2014

Un’opera enciclopedica, coordinata da Michele Ciliberto, che raccoglie gli scritti e i contributi critici sul «Nolano». Un indispensabile strumento per accedere alla costellazione filologica, teologica e letteraria…

View original post 1.409 altre parole

Annunci